Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
84

Visitare Londra in 2 giorni: Guida e itinerario

Entra gratis in oltre 60 attrazioni e musei di Londra londonpass Entra gratis in oltre 60 attrazioni e musei di Londra scopri tutti i vantaggi del london pass

Visitare Londra in 2 giorni non è una passeggiata. Può capitare tuttavia di trovarsi di passaggio nella capitale inglese, vuoi per motivi di lavoro, vuoi perché la si è inclusa tra le mete di un tour più ampio. Fatto sta che non è impossibile ammirare il meglio della città in meno di 48 ore. Ecco un itinerario pensato apposta per l’occasione.

  1. Primo Giorno
    Da Buckingham Palace a Covent Garden
  2. Secondo Giorno
    Da Notting Hill a Piccadilly Circus

Come ottimizzare la visita

I trasporti saranno fondamentali per sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione, dotiamoci perciò della Visitor Oyster, la tessera ricaricabile che ci permetterà di godere in maniera illimitata di tram, metro e bus londinesi. Una ricarica di soli £20 dovrebbe essere sufficiente per coprire i vari spostamenti.

In soli 2 giorni sarà difficile visitare i vari musei e i luoghi-simbolo del centro città, se non dall’esterno. Il London Pass può comunque tornare sutile: ingresso ad oltre 60 attrazioni con la possibilità di saltare la fila all’ingresso. In alternativa, potreste prenotare in anticipo il biglietto salta la coda dei pochi luoghi selezionati nell’itinerario. London Eye e British Museum sono solo due tra i nomi eccellenti che è possibile visitare con il prezioso save the line.

Senza ulteriori indugi partiamo alla scoperta della Londra in 2 giorni.

Primo giorno - Il meglio di Londra in 24 ore

Tra Regine, Ammiragli e Ministeri

Dici Londra e pensi subito alla Regina. Buckingham Palace, la dimora regale, è la prima tappa del tour. Molto probabilmente il vostro treno (o autobus) ha fatto capolino alla stazione di London Victoria.

Niente di meglio per raggiungere la Queen’s House comodamente a piedi. La stazione dista infatti soltanto 11 minuti dalla nostra destinazione. Se siete a Londra già dalla notte precedente, invece, potete scendere alla fermata metro di St. James’s Park (linee e Circle e District), l’elegantissimo spazio verde proprio a ridosso di Buckingham.

Attendiamo il Cambio della Guardia, ore 11.30, e spostiamoci quindi su Trafalgar Square.

La bella piazza con la Nelson’s Column dedicata al grande Ammiraglio dista 20 minuti di cammino dalla dimora reale. Per raggiungerla percorrerete il The Mall, l’affascinante vialone tra il Victorial Memorial e l’Admiralty Arch, edificio a tre archi molto suggestivo. Trafalquar Square è un’attrazione a cielo aperto. Sul lato Nord c’è la National Gallery, rinomata per i tanti dipinti di Monet e Leonardo. L’ingresso è gratuito, perché perdersela?

Proprio di fronte alla National Gallery, lato Sud della piazza, inizia Whitehall, la strada che conduce a Palazzo di Westminster, sede della residenza del Primo Ministro, Downing Street n.10: una foto è più che d’obbligo.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Imbocchiamo Whitehall, e in circa 15 minuti, scatti permettendo, siamo a Parliament Square Garden, dinnanzi il Big Ben e il maestoso palazzo del Parlamento inglese, meglio noto come la Houses of Parlament. Un sandwich fugace da addentare sotto la statua di Churchill e si riparte.

Poco oltre c’è una delle Cattedrali gotiche più belle del mondo, Westminster Abbey. L’antica Abbazia è tomba dei grandi monarchi e poeti della Gran Bretagna, su tutti Shakespeare e Kipling. Famosa anche la vetrata che sovrasta l’Altare Maggiore, con la raffigurazione dell’Ultima Cena e la St. George’s Chapel, particolare specialmente sotto Natale. Con il London Pass l’ingresso è gratuito, un’occasione imperdibile sebbene il tempo non sia dalla vostra parte.

Da Westminster al Tower Bridge passando per Southbank

Diamo un’occhiata alle lancette del grande orologio del Big Ben e dirigiamoci verso la sponda opposta del Tamigi. Ci aspetta una camminata impegnativa ma sensazionale sulla sponda Sud dello storico fiume londinese.

La Queen’s Walk, passerella pedonale con vista Tamigi, inizia subito ai piedi del Westminster Bridge, sulla banchina che ospita, in ordine, il Sea Life Aquarium e la mitica London Eye. Per il giro sulla ruota panoramica più alta d’Europa è fondamentale dotarsi in anticipo del ticket salta la coda. La fila in biglietteria è infatti delle più chilometriche e rischierebbe di scombinare ogni piano.

Il giro sulle capsule panoramiche dura 30 minuti e offre un’esperienza e un panorama mozzafiato, a 135 metri di altezza.

Tornati a terra continuiamo a costeggiare il fiume per entrare nel vivo di Southbank. Il percorso offre scorci impagabili sul Tamigi, i suoi ponti e la città, nonché il meglio delle attrazioni londinesi.

Cerchi un'offerta hotel a Londra?
In collaborazione con: Booking.com

Cerchi un'offerta hotel a Londra?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità
In collaborazione con: Booking.com

Si inizia con il Southbank Centre, a ridosso del Waterloo Bridge. È l’avamposto artistico e culturale della città con la Royal Festival Hall, il National Theatre, la Poetry Library e altre interessanti strutture, ed è frequentato da skaters, giocolieri e artisti di strada.

Poco oltre, la zona si colora della vivacità di Gabriel’s Wharf, piccolo borgo puntellato di ottimi ristorantini e caffetterie. Aldilà dell’iconico Ponte dei Frati Neri (Blackfriars Bridge) si staglia invece la granitica quanto avveniristica figura della Tate Modern, bella fuori e coinvolgente all’interno (l’ingresso è gratuito).

Proprio a due passi dalla galleria d’arte contemporanea c’è il Globe, il Teatro Elisabattiano di Londra che ha reso celebre Shakespeare: un must per gli appassionati del drammaturgo di Stratford-upon-Avon.

millenium bridge saint paul londraDi fronte la Tate Modern potrete ammirare il Millenium Bridge, la futuristica passerella in acciaio sospesa sul Tamigi.

Attraversandola si arriva dritti alla Cattedrale di St Paul, capolavoro barocco dall’inconfondibile cupola panoramica.

La deviazione potrebbe farci perdere una mezz’oretta o qualcosa in più, ma non disperiamo.

Tornati nella sponda iniziale ci inoltriamo nel secondo tratto della lunga passeggiata. Da Southbank ci si sposta a Southwark, passando da Clink Street. Il risultato non cambia. Siamo subito immersi nell’atmosfera e gli odori del Borough Market, il più importante mercato gastronomico di Londra, bello da vedere anche se non si ha fame… l’appetito verrà camminando! Poco vicino anche la più antica chiesa della città, la Southwark Cathedral

Se non vi siete persi nel reticolo del mercato potete proseguire oltre il London Bridge, esempio eccezionale di Art Déco, e raggiungere il Tower Bridge, sicuramente il più affascinante tra i ponti sul Tamigi.

Durante il periodo natalizio la banchina tra London e Tower Bridge si colora dei mercatini del Christmas by the River.

In estate o primavera, invece, potreste concludere il tour con una bella visita ad alta quota sul The Shard, il grattacielo a forma di scheggia più alto d’Europa, con l’osservatorio a oltre 310 metri di altezza. Dall’1 aprile al 24 ottobre l’ultimo ingresso è alle 21.00!

Relax serale a Covent Garden

Il tramonto è alle porte e la stanchezza inizia a farsi sentire. Attraversato il Tower Bridge e scattate le foto di rito, possiamo tornare in centro dalla fermata Tower Hill. Proprio aldilà del ponte scorgerete un’imponente fortificazione.

È la Tower of London, residenza medievale tra le più visitate del Regno Unito. Un peccato non potersi addentrare alla scoperta dei Gioielli della Corona, della Camera delle Torture e delle torri. Il tempo vi è purtroppo nemico.

Da Tower Hill scendiamo a Temple, sempre sulla stessa linea (Circle o District). A soli 10 minuti di strada a piedi inizia il bellissimo quartiere di Covent Garden. È qui che concluderemo la nostra prima giornata londinese.

La zona ospita numerosi pub storici, ideali per una cena a base di fish and chips e altre pietanze tipiche della cucina britannica. Tanti anche i ristoranti internazionali, i negozi d’alta moda e i teatri. Su tutti la Royal Opera House, casa della lirica e del balletto, tra i palcoscenici più prestigiosi al mondo.

Covent Garden è anche sede di un famoso mercato coperto, l’Apple Market, ricco di botteghe artigiane e animato da musicisti professionisti e artisti di strada.

Secondo giorno – Da Notting Hill a Soho: tra i quartieri simbolo di Londra

Da Notting Hill ad Harrods via Hyde Park

Il secondo giorno inizia con una bella colazione all’inglese in quel di Notting Hill. Per raggiungere l’iconico quartiere che ha ispirato l’omonimo film di Roger Michell , è consigliabile scendere a Ladbroke Grove (linee Circle e Hammersmith della Tube).

Tra strade colorate e splendidi edifici, la prima parte della mattinata filerà che è un piacere. A neanche cento metri dall’uscita della metro c’è Portobello Road Market, il coloratissimo mercato dedicato all’antiquariato e non solo.

Proseguiamo su Portobello Road fino al termine della via, quindi svoltiamo a destra su Pembridge Road, poi di nuovo a destra su Bayswater.

Percorse poche centinaia di metri saremo all’ingresso nord-ovest di Hyde Park, lato Kensington. La distesa regale è veramente immensa (oltre 350 ettari) ed è impossibile pensare di ammirarne ogni meraviglia in poche ore.

Il consiglio è quello di soffermarsi un po’ davanti al Kensington Palace, in passato dimora di Lady D. e quindi proseguire verso est fino al Serpentine, il grande lago al centro del parco.

Teniamo la sponda del lago fino alla Princess Diana Memorial Fountain e da qui proseguiamo verso la prima uscita utile su South Carriage Drive, lato sud-est del parco. Non troppo lontano inizia la Brompton Road, importante via dello shopping londinese e sede, non a caso, dei grandi magazzini Harrods, lussuosi quanto emblematici. Una tappa, seppur rapida, è più che d’obbligo.

Soho + Chinatown o British Museum?

Se Notting Hill è il quartiere più pittoresco di Londra, Soho è di gran lunga il più eccentrico e stravagante. Per raggiungere il centro dell'arte e della trasgressione londinese saltiamo a bordo della metro Piccadilly, fermata Knightsbridge (a pochi metri da Harrods) e raggiungiamo Leicester Square Station, in soli 6 minutidi Tube.

Leicester Square è l’ideale per un pranzo non troppo pretenzioso: diversi i ristorantini e le hamburgerie nei pressi dell'elegante piazza. L'occasione è propizia per assaggiare un buon lobster roll, tipico panino con astice. Il cuore di Soho è poprio a due passi.

Usciamo dalla parte est di Leicester Square su Swiss Court, dove ha sede un favoloso negozio di dolciumi, l'M&M\'s World. Da qui svoltiamo a destra su Wardour Street, quindi proseguiamo sulla perpendicolare Shaftesbury Avenue; a sinistra anche il grande portale rosso di Chinatown.

Da Shaftesbury Avenue c'è solo l'imbarazzo della scelta. Il quartiere, oltre che ricco di attrazioni, locali, negozi di nicchia, teatri e caffetterie, è anche molto versatile, perché nel cuore della Londra turistica. Queste alcune opzioni per passare il pomeriggio.

Esplorare Soho. Si inizia con un breve giro a Chinatown entrando da Gerrard Street; da qui attraversiamo Shaftesbury Avenue per raggiungere Soho Square, zigzagando tra le belle Frith Street e Greek Street.

Dalla colorata piazza, intrisa di storia e mistero, imbocchiamo Dean Street, via dei teatri, e tagliamo sulla stretta St'Anne's Court. La meta è Broadwick Street: nei dintorni tantissimi negozi di dischi usati, librerie indipendenti e il Berwick Street Market, uno dei pochi autentici mercati di Soho e dell'intera Londra.

Oxford Street. Anzichè inoltrarci nel labirinto di stradine tra Soho Square e Berwick, manteniamo Wardour Street fino a raggiungere Oxford Street.

Eccoci nella via dello shopping per eccellenza: quasi un chilometro di scintillanti vetrine da percorrere nella direzione che si desidera: est-ovest fino a Tottenham Court Road / ovest-est fino a Oxford Circus, l'importante è tenere a freno l'impulso d'acquisto!

British Museum. Se shopping e cultura beat non sono il vostro forte, il British Museum è a soli 15 minuti da Leicester Square. Basta proseguire su Shaftesbury Avenue, tagliando poi su Museum Street. L'istituzione museale dedicata alla grande storia antica non ha bisogno di presentazioni, giusto di qualche consiglio per ottimizzare la visita.

Carnaby e Piccadilly

Qualunque sia l'itinerario scelto per visitare Soho e dintorni, l'obiettivo è concludere in bellezza con Carnaby Street, la parte più a est del quartiere. Carnaby è il simbolo del British Style, epicentro non a caso della Swinging London anni ‘60.

Nonostante i cambiamenti degli ultimi anni, il passato di Carnaby Street è ancora tangibile, tra negozi monomarca, brand di nicchia, pub, night club e l'immancabile scritta "Welcome to Carnaby Street" assolutamente da immortalare.

"Nascosta" dietro Carnaby c'è Kingly Court, una sorta di patio pieno di ristopub e locali in cui mangiare e poter ultimare serata e intenso soggiorno londinese. Per concludere in bellezza, usciamo su Regent Street e raggiungiamo Piccadilly Circus.

Bella, viva e caotica, tutto sembra ruotare attorno a questa fervente piazza! Le grandi insegne pubblicitarie, assieme alla statua di Anterios e il London Pavillon, illuminatissimo per la notte, saranno la cartolina ideale per salutare Londra.


 Avete più giorni a disposizione? leggete le nostre guide "Visitare Londra in 3 giorni: guida e itinerario" e "Cosa vedere a Londra in 4 giorni".

84
Quanto ti è stato utile questo articolo?
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI Londra è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0