Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
285

King's Cross: il simbolo di una Londra tutta nuova

Londra: Offerte e sconti per biglietti salta la coda e tour guidati vivicity Londra: Offerte e sconti per biglietti salta la coda e tour guidati Scegli e prenota la tua esperienza ideale
Foto copertina di George Rex via flickr

King's Cross è una delle aree più centrali e antiche di Londra. Conosciuta come una zona poco raccomandabile, è oggi l'esempio più evidente dei cambiamenti in atto nella città.

Come arrivare a King's Cross

King's Cross è un quartiere servito dalle stazioni ferroviarie di King's Cross e St Pancras:

  • Con la metropolitana, è raggiungibile con le linee Hammersmith & City Line, Circle Line, Metropolitan Line, Northern Line, Piccadilly Line, Victoria Line.
  • Gli autobus che passano per la stazione, invece, sono i numeri: 10, 17, 30, 45, 46, 59, 63, 73, 91, 205, 214, 259, 390, 476, N63, N73, N91.

La stazione di King's Cross

È il punto di interscambio ferroviario più famoso della letteratura. Da qui, nella stazione ferroviaria London St. Pancras (adiacente alla metropolitana di King's Cross), Harry Potter e i suoi amici prendevano il treno per l'accademia magica di Hogwarts.

Oggi il binario 9 e ¾ è considerato una vera e propria attrazione turistica ed è segnalato con apposito cartello identificativo.

La stazione di King’s Cross è anche uno dei centri nevralgici per gli spostamenti: oltre a essere servita da 12 bus e 6 linee metropolitane, è il punto di partenza dei treni per tutta la Gran Bretagna e per gli Eurostar diretti in Europa, tra cui Parigi e Bruxelles. L'edificio della stazione è stato inaugurato nel 1852 e la sua struttura è rimasta invariata nel tempo, nonostante le ristrutturazioni volte a migliorarne il design e l'efficienza. L'atrio è ora più grande e luminoso, mentre un intreccio di colonne simile ai rami di un albero sostiene il soffitto semicircolare lasciando filtrare la luce del sole. Su questo, è stato installato un impianto fotovoltaico che garantisce la copertura del 20% dei consumi totali.

King's Cross Square

Ai lavori di ammodernamento della stazione è seguita la nascita della nuova piazza. Lo spazio occupa i 75.000 metri quadrati di fronte a King's Cross Station e ricorda un antico anfiteatro di pietra grigia, arredato con panchine e alberi. Il sistema di illuminazione dall'alto permette di frequentare la zona anche di sera, garantendo maggiore sicurezza. Grazie a un progetto dello studio di Rotterdam Ooze Architects in collaborazione con l’artista slovena Marjetica Potr?, il quartiere gode di una piscina naturale priva di cloro e sostanze chimiche, in grado di purificare l’acqua sfruttando le doti fitodepurative della flora nelle zone umide. Lungo 40 metri e largo 10, il bacino accoglie ogni giorno un numero limitato di nuotatori, calcolato in base alle capacità depurative delle piante sommerse.

Dagli anni '80 ad oggi

Gli anni '80 sono ricordati come un periodo buio per il quartiere: con un passato industriale alle spalle, l'area è stata progressivamente dimenticata, diventando teatro di prostituzione e traffico di droga. Poi, quando i magazzini che fiancheggiano Regent's Canal sono stati riconvertiti a luoghi artistici, le cose hanno iniziato a cambiare e dagli anni '90 a oggi il progetto di riqualificazione non si è più fermato.

Ora King's Cross ha tutte le chance per diventare uno dei posti più cosmopoliti di Londra, forte della sua posizione geografica (tra i quartieri di Regent’s Park, Bloomsbury e Islington) e delle tante innovazioni turistiche. Seguiteci! Stiamo per visitare i luoghi più significativi del quartiere. La ristrutturazione del quartiere è un tema che le municipalità di Camden ed Islington hanno preso in carico molto seriamente, coinvolgendo i principali studi di architettura nei progetti di recupero dei siti industriali dimessi e nella creazione di nuovi edifici.

Così, sono nati dieci nuovi parchi e piazze, venti strade, tre ponti ed oltre 400 alberi. Il tessuto urbano è stato completamente rinnovato e il quartiere è oggi popolato da numerosi negozi, hotel e ristoranti stellati, ad esempio: Gimbals (i cui dessert sono “imperdibili” secondi la guida Michelin) o il Shibden Mill Inn, ricavato da una locanda del XVII sec. A King's Cross c'è spazio anche per i più piccoli: oltre ai parchi (tra cui il nuovissimo percorso verde Handyside Garden, il Lewis Cubitt Park e la riserva naturale cittadina Camley Street Natural Park), il divertimento è assicurato grazie ai getti d'acqua delle fontane danzanti.

Ma la vera novità è che il quartiere è ormai diventato una delle zone più trendy della città, con artisti e designer pronti a stabilire il loro studio proprio nei palazzi ristrutturati.

Che l'area sia ormai un polo d'attrazione per la scena creativa e underground è evidente anche nella scelta di adibire una serie di spazi pubblici a luoghi per festival, fiere e feste. Un esempio? Il teatro all'aperto di Granary Square che, affacciato sul canale, ospita le esibizioni di musicisti e artisti di strada. Del resto, King's Cross è da sempre sinonimo di cultura e non è un caso che la British Library si trovi proprio qui!

Conviene prenotare l'hotel a King's Cross?

La zona di King's Cross è piena di hotel e strutture recettive ben collegate agli aeroporti e al resto della città. Grazie alla sua posizione particolarmente strategica, scegliere di alloggiare in questa zona di Londra può rivelarsi un'ottima scelta.

Cerchi un'offerta hotel a King's Cross?
In collaborazione con: Booking.com

Cerchi un'offerta hotel a King's Cross?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità
In collaborazione con: Booking.com

Galleria Immagini

285
Quanto ti è stata utile questa guida?
Foto copertina di George Rex via flickr
VIVI Londra è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0