Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
1

I prezzi delle case salgono ancora. Benvenuti nel futuro dell'housing

foto di copertina Nico Hogg via flickr

Se pensavate che i prezzi delle case a Londra fossero già alti, aspettate di sentire le previsioni per gli anni a venire. Secondo gli esperti, i prezzi nei prossimi anni continueranno a salire sempre di più in relazione allo sviluppo economico e al conseguente aumento della popolazione. Questi fattori porteranno non solo ad una riduzione delle case disponibili per il renting, ma anche ad un innalzamento esponenziale dei prezzi di vendita che, in poco più di dieci anni, raggiungeranno addirittura il doppio della cifra media odierna.

Il recente passato

Per capire meglio la situazione però, diamo prima uno sguardo al passato. Nel corso del 2013, il prezzo di una casa media a Londra è aumentato di circa £40,000, rispetto all’anno precedente. Questo ha portato il costo di vendita poco al di sopra di £475,000, raggiungendo più di £500,000 nel 2015.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Se aggiungiamo l’introduzione di test più severi per cercare di evitare che banche e società di costruzione prestassero soldi incautamente come in passato, e che dunque sempre meno persone sono in grado di accedere ad un mutuo, si ottiene la situazione odierna, in cui circa 3,5 milioni di persone che prima avrebbero potuto diventare acquirenti, sono ora intrappolati in locazioni private. È stato stimato che nella capitale i prezzi sono aumentati di un notevole 18,4% in un solo anno.

rent is too highimmagine Tiger Pixel via flickrIl futuro del renting

Secondo una nuova analisi, che prende in considerazione la crescita di posti di lavoro e la carenza di alloggi cronica, i prezzi continueranno ad essere spinti verso l’alto e il costo di una casa media entro il 2030 costerà più di un milione di sterline.

Secondo uno studio di Oxford Economics basato su crescita ed investimenti, si prevede che la popolazione della capitale inglese aumenterà molto velocemente, fino a raggiungere 11 milioni entro la metà del prossimo decennio, comparati ai 8,5 milioni di oggi.

Gli analisti di Oxford Economics hanno messo anche in evidenza che la crescita della popolazione e una maggiore occupazione, in combinazione con la carenza di alloggi, guiderebbe i prezzi delle case al di sopra del milione di sterline, il doppio della media attuale che secondo l’ONS, ufficio per le Statistiche Nazionali, sarebbe di £490.000.

Una generazione a rischio

Richard Holt, responsabile della ricerca di Oxford Economics, ha dichiarato che questa situazione porterebbe una generazione intera di cittadini britannici ad essere al di fuori della portata della casa di proprietà, con prezzi medi degli immobili che potrebbero superare £500.000 anche nelle zone limitrofe alla capitale per la fine del prossimo decennio, comparati ai £268.000 di oggi.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Se il rapido aumento della crescita della popolazione ha coinciso con una divergenza crescente tra redditi alti e bassi, vorrà dire che il problema di accessibilità sarà semplicemente a carico delle persone a basso reddito e che potranno sperare solo in un tasso di costruzione delle case favorevole.

Secondo il Joseph Rowntree Foundation, entro il 2040 gli affitti privati aumenteranno di oltre il doppio rispetto ai redditi, il che vedrà come unici beneficiari i Landlord e un conseguente aumento di affittuari privati che vivranno in condizione di povertà.

Cosa ne pensano gli inglesi?

Ma cosa pensano gli inglesi di questa situazione? Poco meno dell’80% delle persone pensa che sia più difficile comprare una casa ora di quanto lo fosse una generazione fa, anche nei momenti più difficili del recente passato ed oltre l'80 per cento pensa che i principali partiti politici non stiano affrontando il problema in modo efficace.

Si tratta dunque di precarietà per quanto riguarda le abitazioni. “Affittare la tua povertà: benvenuti nel futuro delle abitazioni” recita un articolo del Telegraph. Leggermente apocalittici?

1
Quanto ti è stata utile questa guida?
foto di copertina Nico Hogg via flickr
VIVI Londra è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0